"Non ho un giudizio definitivo su me stesso e la mia vita. Non vi è nulla di cui mi senta veramente sicuro. Non ho convinzioni definitive, proprio di nulla. So solo che sono venuto al mondo e che esisto [...] sul fondamento di qualche cosa che non conosco. Ma nonostante tutte le incertezze, sento una solidità alla base dell'esistenza e una continuità nel mio modo di essere", Carl Gustav Jung

Carla Stroppa: “Il doppio sguardo di Sophia” di Moretti & Vitali. Un libro sull'eterno femminino che, come Goethe ha rappresentato nel Faust, si presenta come una forza dell'anima femminile che spinge la coscienza verso le sue potenzial...

Incontri divulgativi a Reggio Emilia Il Centro Culturale Junghiano Temenos è formato da un gruppo di appassionati e studiosi
 junghiani animati dal desiderio di diffondere
e approfondire gli orie...

Donald Kalsched: “Il trauma e l’anima” di Moretti & Vitali “La ricerca della ragione finisce sulle rive del noto; nello spazio immenso che lo tras...

La Geografia delle Emozioni. Tavola rotonda. A fine 2016 la nostra associazione pubblicava gli atti di una serie di splendidi incontri dedicati alle emozioni. Contributi ricchi di spunti, riflession...

Incontri divulgativi a Torino Il Centro Culturale Junghiano Temenos è formato da un gruppo di appassionati e studiosi
 junghiani animati dal desiderio di diffondere
e approfondire gli orientament...