"Non ho un giudizio definitivo su me stesso e la mia vita. Non vi è nulla di cui mi senta veramente sicuro. Non ho convinzioni definitive, proprio di nulla. So solo che sono venuto al mondo e che esisto [...] sul fondamento di qualche cosa che non conosco. Ma nonostante tutte le incertezze, sento una solidità alla base dell'esistenza e una continuità nel mio modo di essere", Carl Gustav Jung

Marguerite Yourcenar e l’Individuazione Femminile Per Carl Gustav Jung l'Individuazione è  “la realizzazione dell'indole innata di ogni essere vivente [...] affermazione dell'essere individuale contemporaneamente al più riusc...

Incontri divulgativi a Bologna. Conoscere il pensiero di Carl Gustav Jung.Il Centro Culturale Junghiano Temenos è formato da un gruppo di appassionati e studiosi
 junghiani animati dal desiderio d...

Attualità del pensiero di Carl Gustav Jung Sguardi, pensieri, riflessioni.A 50 anni dalla morte di Carl Gustav Jung sono in molti a riflettere sull’attualità della psicologia analitica nella socie...

Viaggio studio a Zurigo.In occasione del 70° anniversario del C. G Jung Institut di Kusnatch in Svizzera, il Centro Culturale Junghiano Temenos ha organizzato un viaggio di studio presso i due prest...

PUER, l’archetipo eternamente giovanile della psiche.Il XI Convegno nazionale dell’ICSAT avrà luogo il 12-13 maggio 2018 a Ravenna sul tema del "PUER, l’a...

Murray Stein: “Il principio di individuazione. Verso lo sviluppo della coscienza umana” di Moretti & Vitali.La storia dell'individuazione di una persona è unica e irripetibile. Non c...

Cavallari, Kaufman, Doveri: “Metafore del Sé” di Moretti & VitaliIl "Sé" è un concetto o una metafora che non appartiene alle origini della psicoanalisi classica: venne introdotto ...