Articoli della sezione Età evolutiva



Un contributo della psicologia analitica alla comprensione del disegno.

l contributo di Jung e della psicologia analitica al mondo dell’ arte e in generale alla comprensione dell’ immagine è stato ampiamente sottolineato da svariati autori appartenenti per di più a discipline diverse e ha prodotto negli anni particolari approcci nell’ambito delle terapie espressive, oltre ... continua

Dal dolore alla parola. Raccontare la fragilità. Sguardo sulla sofferenza del bambino.

Un tema fondamentale della psichiatria è la responsabilità della parola, del dire parole che riescano, o meno, ad aprire il cuore alla speranza. Dai bambini che stavano male ho imparato più di quello che riescono a dare i libri di psichiatria, spesso così freddi e gelidi, ... continua

Favole terapeutiche.

Se oggi parliamo di fiabe e del loro «potere» nel setting terapeutico, c’è da dire che il fascino generato dalle storie, lette o tramandate oralmente, è stato da sempre sorgente di benessere per l’ individuo, bimbo o adulto che fosse. Storie e fiabe che narrano le ... continua

Prospettive sociologiche e psicoanalitiche sulla sofferenza del bambino.

Il tema di questa relazione tratta di come lo sguardo di ciascuno di noi è condizionato dal modo in cui siamo stati guardati all’inizio della nostra vita. Per entrare in relazione autentica con l’altro e, in special modo con il bambino, è necessario adottare delle modalità che ... continua

Il gioco simbolico: nell’intervallo tra il balocco e il mondo.

"Sulla spiaggia di mondi infiniti giocano i bambini", L. Tagore "Quando un bambino gioca sta sempre almeno un palmo sopra se stesso", L.S. Vygotskij "Si viveva, cosí, nell’intervallo  ch’è tra il balocco e il mondo", R. M. Rilke   Il significato che riveste il gioco infantile nello sviluppo è assolutamente centrale, a partire dai 15 mesi, per ... continua

Tocco il cielo con un dito.

Tempo fa, come a volte succede, sfogliando i ricordi della mia vita mi sono imbattuto in una foto: una foto che mi ritraeva da piccolo, cinque o sei anni appena, seduto su un balcone che si affacciava sulle colline bergamasche, con lo sguardo tetro, ma ... continua

Principi e ranocchi. Le fiabe di trasformazione e l’addomesticamento del mondo infero.

Le fiabe fanno bene. Con questa convinzione, che si potrebbe paradossalmente  sviluppare in foglietti illustrativi che prescrivano per ogni fiaba posologie e indicazioni terapeutiche (1), voglio leggere una delle tante fiabe di trasformazione del ciclo dello sposo animale, “Il principe ranocchio”. Queste fiabe raccontano di principi ... continua

Aime & Charmet: “La fatica di diventare grandi. La fine delle iniziazioni e dei riti di passaggio”.

Ho assistito alla scena nei giorni scorsi, mentre viaggiavo su una grande imbarcazione tra due isole dell’arcipelago della Nuova Caledonia, lontana appendice di Francia nei mari del Sud. Il mio vicino di posto, un kanak (è il nome della società autoctona) poco più che cinquantenne, ... continua

Lettera a un bambino gravemente ammalato.

"Un paio di anni fa venni in Virginia a visitare un bambino di nove anni che stava morendo di cancro. E prima di lasciarlo gli dissi che probabilmente aveva molte domande. “Non potrò venirti a trovare spesso in Virginia", gli feci, "ma se hai qualche ... continua