Articoli della sezione Teologia



“Jung e il sentimento religioso”. Intervista a Robert Michael Mercurio a cura di Gianluca Minella

In un saggio nel quale prende le distanze da un atteggiamento troppo riduttivo della psicoanalisi freudiana, Jung scrive: «non posso evitare […] il rimprovero di spiegare l’uomo troppo esclusivamente dal punto di vista patologico o alla luce dei suoi difetti. Un esempio convincente di questo è ... continua

Pavel Florenskij: “La verità è antinomia”.

L’incontro con Pavel Florenskij ha segnato profondamente la mia vita e quindi questo articolo lo si deve intendere come una dichiarazione d'amore. L'occasione è la nuova edizione del capolavoro del 1914 "La colonna e il fondamento della verità" grazie al contributo encomiabile di Natalino Valentini, ... continua

Anselm Grün: “Per vincere il male. La lotta contro i demoni nel monachesimo antico”.

Anselm Grün è monaco dell'abbazia benedettina di Münsterschwarzach. Ha studiato filosofia e teologia ed è autore di più di 300 libri, tradotti in 33 lingue, che nell'insieme hanno venduto circa 16 milioni di copie. È uno degli autori cristiani più letti dei nostri tempi ed un ... continua

L’ organizzazione perfetta. Una saggezza antica al servizio dell’impresa moderna.

“Non sia turbolento né inquieto, non sia violento né ostinato, non invidioso né eccessivamente sospettoso altrimenti non avrà mai pace […] Nei suoi stessi comandi sia previdente e assennato e in ciò che impone nello spirituale o nel temporale agisca con saggezza e misura, imitando ... continua

Adriana Zarri: “Un eremo non è un guscio di lumaca”.

"Qualcuno dice che mi sono 'ritirata' in un eremo; e io puntualmente reagisco. Un eremo non è un guscio di lumaca, e io non mi ci sono rinchiusa; ho solo scelto di vivere la fraternità in solitudine. E lo preciso puntigliosamente per rispondere all'obiezione che ... continua

La spiritualità del ‘900: Pavel Florenskij.

Nato il 9 Gennaio 1882, matematico, ingegnere, ma anche filosofo dell’arte, teologo e sacerdote della chiesa ortodossa russa: per quest’ultimo motivo fu fucilato l’8 Dicembre 1937. In lui le due grandi dimensioni del sapere, oggi scisse, si sommano: quella scientifica da un lato e quella ... continua

Anselm Grün: “Spiritualità dal basso”.

Oggi molti hanno nostalgia e sete di itinerari spirituali. Però cercano una spiritualità loro confacente non nella tradizione cristiana, bensì nelle religioni orientali. Spesso infatti hanno sperimentato una spiritualità cristiana troppo moraleggiante e troppo poco proficua in ordine a esperienze di trascendenza, di pace interiore ... continua

Rimbaud: io è un Altro

Nonostante il mondo stia crollando a pezzi, l'io occidentale non vuole convertirsi, non vuole mettersi in ascolto dell' Altro. Non vuole lasciare la scena, vuole continuare a fare il megafono di se stesso, il proprio monologo pazzo. Non vogliamo capire. Ci stiamo avvicinando ad un ... continua

Ascoltando Raimond Panikkar: Amare è conoscere.

"Una delle metafore che spesso ricordo è quella della finestra. Noi tutti vediamo il mondo dal nostro particolare punto di vista. Vediamo il mondo attraverso una finestra. Più pulita è la finestra, meno vedo il vetro e la finestra. Più sono in sintonia e amo ... continua

Martin Büber: “Il cammino dell’uomo”.

Hermann Hesse, parlando di questo piccolo libretto, lo definisce “il libro più bello che io abbia mai letto”. Uno scritto che può diventare, per ciascuno di noi, l’occasione per fare il punto sul proprio “cammino”. L’opera si basa su una conferenza tenuta dall’autore al congresso ... continua

Etty Hillesum: frammenti scelti

"Il grande cranio dell’umanità. Il suo potente cervello e il suo gran cuore. Tutti i pensieri, per quanto contradditori, nascono da quell’unico grande cervello: il cervello dell’umanità, di tutta l’umanità", Etty Hillesum, Diario, 21 ottobre 1941 "Quello che fa paura è il fatto che certi sistemi ... continua

La spiritualità del ’900: Dietrich Bonhoeffer.

Pastore protestante che venne ucciso la mattina del 9 aprile 1945 all’età di 39 anni dietro ordine personale di Hitler. Aveva lasciato cattedra, libri per entrare attivamente nella resistenza antinazista, per essere fedele al mondo e alla sua giustizia, per trasformare il mondo in un ... continua

La spiritualità del ‘900: Simon Weil.

Nata a Parigi da genitori ebrei il tre febbraio 1899 e morì nel 1943 in Inghilterra, nel mezzo della seconda guerra mondiale. Troviamo in lei pagine di luminoso amore per il mondo e per la vita, accanto ad altre di segno opposto. La si può paragonare ... continua

La spiritualità del ‘900: Teilhard de Chardin.

Gesuita francese nato nel 1881 e morto a New York il 10 Aprile 1955. L’ordine dei Gesuiti si contrassegna per un particolare voto di obbedienza al Papa, ma de Chardin si distinse in questo; teorizzò una teologia rivoluzionaria completamente differente nel pensiero e nella modalità ... continua

Spiritualità del ‘900: Etty Hillesum.

Nata in una cittadina olandese nel 1914 e morta nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1943 a soli 29 anni. Laureata in Giurisprudenza, stava prendendo la seconda laurea in Lingue e Letterature russe, era un’ebrea non praticante. Il suo diario e le sue lettere ... continua

Etty Hillesum: “Diario”.

Etty (Esther) nasce nel 1914 a Middelburg, una cittadina olandese, da una famiglia della borghesia intellettuale ebraica La famiglia è di alto profilo: il padre è preside presso il liceo dove lei ha studiato, la mamma russa appassionata di musica e letteratura (vittima del pogrom), ... continua