Divulgazione

“Considerazioni attuali sull’Ombra”. Gianluca Minella intervista Marco Gay

Dialogheremo oggi intorno al “problema del male” e alla “dimensione distruttiva”, cercando di inquadrare questi temi misteriosi e complessi all’interno della prospettiva epistemologica junghiana, proprio nello spirito indicatoci da Jung che nel delineare i nuovi principi della psicoterapia ci richiama, ... continua

“Il mito della coscienza”: Andrea Graglia intervista Daniele Ribola.

Oggi Daniele Ribola ci parlerà di un tema particolarmente interessante e fondamentale per quanto riguarda l’attualità del pensiero di C. G. Jung: il tema della coscienza. Jung ha sempre prestato una particolare attenzione all’inconscio, svelandone sia gli aspetti personali, legati cioè ... continua

Marina Valcarenghi: “L’anoressia” di Moretti & Vitali

Perché un’inconscia autocondanna a morte per fame? Perché questa sentenza riguarda quasi esclusivamente le donne? Esiste un denominatore comune all’origine dell’anoressia? Quali le differenze fra un’anoressia isterica e un’anoressia tipica? E infine: è possibile neutralizzare questo comportamento autodistruttivo attraverso la psicoanalisi? ... continua

“Momenti di tensione”: Gianluca Minella intervista Michele Oldani.

Siamo qui oggi con Michele Oldani per cercare di riflettere e approfondire, partendo dalla prospettiva epistemologica junghiana, su alcuni temi che caratterizzano il nostro tempo ossia l’attualità, nei suoi aspetti antropologici, sociologici e di conseguenza psicologici. Pare esserci un’ampia convergenza di ... continua

“Il rapporto con l’Alterità”: Gianluca Minella intervista Giulia Valerio.

Quello dei migranti è un tema di grande attualità. Da un lato i muri, gli steccati, i fili spinati, le divisioni, la paura dell’altro che viene a interrogare profondamente la nostra identità, dall’altro l’accoglienza, l’ospitalità, l’apertura allo straniero che bussa ... continua

Adriano Lanza: “Il demone toccatoci in sorte” di Moretti & Vitali

"[...] Ecco che subito ci si viene avvicinando, spaventosamente, il quesito di Schopenhauer: ha dunque l'esistenza in generale un senso? Quel quesito che soltanto per essere compreso e sentito in tutta la sua profondità avrà bisogno di un paio di ... continua

Carla Stroppa: “La luce oltre la porta. Dei e muse nel teatro dell’anima” di Moretti & Vitali.

Si sarebbe tentati di dire che la vita si gioca fra due opposti inganni: l'illusione puerile di una pienezza indifferenziata e l'illusione "senescente" di una coscienza evoluta che mentre scinde le polarità, confina l'anima su un'isola davvero troppo lontana. Così ... continua

“Un sogno lungo cent’anni”: Laura Briozzo Intervista Marco Garzonio.

LAURA BRIOZZO. Oggi siamo qui per focalizzarci sull’attualità del pensiero di Carl Gustav Jung. Dottor Garzonio, Jung affermava: «In quanto psicologi abbiamo innanzitutto il compito e il dovere di comprendere la situazione psichica del nostro tempo.» Cosa direbbe Jung, secondo ... continua

“Sincronicità”: Andrea Graglia Intervista Claudio Widmann.

Era l’inizio del 2010, credo, quando nel reparto “libri” all’interno di un autogrill, mi imbattei in un libro di cui non conoscevo l’esistenza ma il cui titolo (Psicologia dei fenomeni occulti) e la cui immagine di copertina (il Paesaggio con ... continua

Maurizio Ferruccio Franco: “Cronache dal fondale. Fare Anima e Psichiatria in un Servizio Pubblico” di Moretti & Vitali

"Io non amo la gente perfetta, quelli che non sono mai caduti, non hanno inciampato. La loro è una virtù spenta, di poco valore. A loro non si è rivelata la bellezza della vita", Boris Pasternak, Dottor ... continua

Matteo Marino: “Hermann Hesse e il mito di Sé. L’uomo creativo che viveva con gli archetipi” di Moretti & Vitali

"Non c’è nulla di così ostico all’uomo come percorrere la strada che lo conduce a se stesso", Herman Hesse, Deminan   "Il mio interessamento va tutto ai passi che feci nella vita per raggiungere me stesso", Herman Hesse, Demian   Questo libro è un’avventurosa analisi del ... continua

Il dono della morte.

"Da ogni altra cosa è possibile mettersi al riparo, ma rispetto alla morte noi tutti abitiamo in una città senza mura", Sentenze vaticane, Epicuro   La morte per la cultura occidentale sembra essere l'ultimo tabù imposto dal modello sociale nel quale viviamo. Allo stesso tempo ... continua

“Jung e il sentimento religioso”. Intervista a Robert Michael Mercurio a cura di Gianluca Minella

In un saggio nel quale prende le distanze da un atteggiamento troppo riduttivo della psicoanalisi freudiana, Jung scrive: «non posso evitare […] il rimprovero di spiegare l’uomo troppo esclusivamente dal punto di vista patologico o alla luce dei suoi difetti. Un ... continua

C’era un ragazzo che come me. L’eternità breve dell’archetipo giovanile.

L'archetipo giovanile sa volare alto, ma non sa stare con i piedi per terra L’archetipo giovanile è un modo tipicamente giovanile di affrontare la vita. Caratterizza la prima parte dell’esistenza, ma è attivo anche nella seconda e talvolta segna intere epoche e ... continua

Il pudore. Dov’è, cos’è, dove ci porta, esiste ancora?

Il pudore corporeo come metafora Questa bambina nasconde l'interno della bocca allo sguardo di qualcuno, ed è evidente che è in conflitto con se stessa, tra ciò che le accade e il fatto che vengo visto ciò che le accade. E questo ... continua