Incontri divulgativi a Milano. Conoscere il pensiero di Carl Gustav Jung.

Il Centro Culturale Junghiano Temenos è formato da un gruppo di appassionati e studiosi
 junghiani animati dal desiderio di diffondere
e approfondire gli orientamenti della psicologia
 analitica.
 Promuove occasioni di contatto e confronto, 
avvalendosi della collaborazione di esperti
e noti professionisti del settore.
 Quello del Centro Culturale Junghiano Temenos 
è un percorso di ricerca per tutti coloro che 
sono interessati alle tematiche del profondo, un viaggio per chi è sul cammino della propria 
evoluzione personale.

Promuove degli incontri aperti a tutti coloro che sono interessati al pensiero junghiano. La trattazione dei temi è stata strutturata in modo da rispondere alle esigenze di un pubblico allargato, ovvero coloro che si avvicinano per la prima volta al pensiero junghiano, ma anche a coloro che, pur conoscendolo desiderano approfondire l’argomento.

Diffondere il pensiero junghiano ritenendolo di grande attualità ed utile al benessere individuale e universale. L’atteggiamento di cui si occupa il metodo junghiano infatti non è solamente un fenomeno mentale, ma anche morale. Rendere disponibile al grande pubblico il pensiero di Jung contribuisce quindi non solo ad innalzare il livello di consapevolezza dell’individuo, ma ad accrescerne anche il patrimonio morale; il che comporta l’irradiamento di benefici effetti anche sulla società in generale e sullo specifico collettivo di cui l’individuo fa parte.

Ogni incontro si occuperà di un tema caratteristico del pensiero di C G Jung e verrà condotto da un diverso professionista del settore.

……………………………………………………………………………………………

Incontri divulgativi a Milano

Siamo lieti di invitarvi a questi eventi divulgativi che abbiamo programmato ON-LINE.

In collaborazione con la Biblioteca Sormani di Milano, Temenos  promuove questo incontro che verrà diffuso in streaming, che dovrebbe utilizzare il canale Youtube del sistema della Biblioteca (https://www.youtube.com/results?search_query=sistema+bibliotecario+milano).

Maggiori dettagli verranno indicati qualche giorno prima a tutti gli interessati.

 

(La partecipazione è gratuita e aperta a tutti gli interessati

La partecipazione, a titolo gratuito, sarà possibile tramite diffusione streaming, preventiva iscrizione (nominativo e indirizzo mail) alla nostra segreteria info@temenosjunghiano.com sarebbe utile.

……………………………………………………………………………………………..

Lunedì 23 novembre 2020 | dalle ore 17,00 alle ore 19.00

Inconscio, miti e teatro

Jung parla della straordinaria mancanza di chiarezza delle cose inconsce. L’invisibile, popolato di spiriti, dei, demoni e tutto quello “strano” mondo che emerge nei sogni, tuttavia è una realtà, che ritroviamo, ad esempio, nei miti. Avvicinandosi ad esso, l’inconscio perde il suo aspetto inquietante e può diventare la chiave per approfondire la conoscenza di sé. “La mia vita è la storia di un’autorealizzazione dell’inconscio”, scrive lo psicoanalista svizzero nella prefazione della sua autobiografia. Il teatro è luogo dell’inconscio e manifestazione del sogno, sin dagli arbori della tragedia greca, in cui l’azione scenica era visione del coro. C’è un legame tra il linguaggio delle immagini, del mito e il linguaggio teatrale, entrambi agiscono per ricomposizione degli opposti. Questa conoscenza metaforica ed enigmatica non opera su concetti, ma attraverso eventi che accadono e si offrono alla nostra esperienza. Vedremo la funzione creativa dell’inconscio, alla luce della quale l’arte e il teatro appaiono come forza rigeneratrice di espressione degli opposti, nel processo infinito di individuazione.

Irina Casali, attrice, regista e insegnante di teatro, direttrice artistica Acting Languages Academy

Ilaria Datta, psicoterapeuta analista, docente di psicoterapia

Con la conduzione di Laura Becatti, psicologa psicoterapeuta ad orientamento junghiano. 

……………………………………………………………………………………………..

Venerdì 23 ottobre 2020 | dalle ore 18,00 alle ore 20.00

Uno sguardo sui miti greci: Apollo e madre natura

Apollo è il dio dell’arco, che colpisce a distanza. Come tale ha problemi con il corpo a corpo, metafora che include il femminile, l’erotismo, la stessa maternità. La sua distanza contiene virtù e difetti, condivisi con la sorella Artemis, divinità lunare e vergine (intoccabile).

Marco Gay, psicoterapeuta ad orientamento junghiano 

Questo  incontro è promosso e gestito dalla rappresentante Temenos per Mantova Alda Saccani.

……………………………………………………………………………………………..

Per informazioni:

TEMENOS, Centro Culturale Junghiano
Via Venturi, 20 – 40053 Bazzano Bo

E-Mail: temenosjunghiano@virgilio.it
E-Mail: info@temenosjunghiano.com
Telefono: 051 830840 – Mob: 346 0867283
www.temenosjunghiano.com