Eros e Psiche. Dei ed eroi: pillole archetipiche. Andrea Graglia conversa con Carla Stroppa

eros e psiche

Gli Dèi e gli eroi della mitologia offrono ancora oggi una chiave di lettura per interpretare i fenomeni psicologici e sociali del nostro tempo, il mondo esterno e interno, nella loro naturale ed essenziale capacità di evocare riflessioni di una attualità sconcertante e talvolta anche brutale.

Il centro culturale junghiano Temenos ha voluto dedicare alla mitologia una rubrica intitolata “Pillole Archetipiche”, per cercare nelle narrazioni della mitologia, modelli per orientarsi nella interpretazione della contemporaneità.

Come ci ricorda Joseph Campbell è come se gli antichi, nella loro esperienza di transito su questa terra, ci abbiano lasciato una mappatura dell’esperienza, “dell’esperienza di essere vivi” e questa trama è un mythologhéin, ossia una narrazione, una tessitura mitologica di modelli dell’esperienza interiore di chi ha viaggiato prima di noi.

Amore e Psiche sono i due protagonisti di una nota storia narrata da Apuleio all’interno della sua opera “Le Metamorfosi”, anche se è probabilmente un mito antecedente e legato alla tradizione orale tanto che Kereny propone di considerarla come un mitologema di per sé autonomo.

Troviamo qui il motivo della coppia di amanti dei quali uno ha l’aspetto mostruoso, oscuro come spesso accade nelle fiabe orientali.

La vicenda della coppia è inserita nel contesto del racconto nella quale vengono descritte le vicende del giovane eroe Lucio, la sua trasformazione in asino, le peregrinazioni, la salvazione e l’iniziazione finale ai misteri di Iside e Osiride.

L’aspetto iniziatico ha un ruolo centrale nel racconto di Lucio: un susseguirsi di morti e rinascite che rappresentano la trasformazione della psiche umana nei suoi cambi di stato, negli stadi del ciclo di vita. Lo sfondo della vicenda di Eros e Psiche sono i misteri di Iside e Osiride e quindi il tema della coniuctio. Le due divinità egizie sembrano riecheggiare nelle figure dei due giovani.

Andrea Graglia, psicologo e psicoterapeuta junghiano

Carla Stroppa, psicologa, psicoterapeuta e analista junghiana

……………………………………………………………………………………………..

Per informazioni:

TEMENOS, Centro Culturale Junghiano
Via Venturi, 20 – 40053 Bazzano Bo

E-Mail: temenosjunghiano@virgilio.it
E-Mail: info@temenosjunghiano.com
Telefono: 051 830840 – Mob: 346 0867283
www.temenosjunghiano.com