“Jung analista per il 2000 e oltre”. Laura Briozzo intervista Antonio Vitolo.

Devo dire che la vastità degli argomenti su cui potrei dialogare con Lei è tale che mi limiterò inevitabilmente a focalizzare alcuni temi specifici. Partirò da una affermazione di Carl Gustav Jung nella sua biografia Ricordi, Sogni, Riflessioni – a cura I’d A. Jaffè :

“La mia vita è la storia di un’autorealizzazione dell’inconscio. Tutto ciò che si trova nel profondo dell’inconscio tende a manifestarsi al di fuori, e la personalità, a sua volta, desidera evolversi oltre i suoi fattori inconsci, che la condizionano, e sperimenta se stessa come totalità”.

Vorrei proprio iniziare da questa frase così ricca di risonanze e possibili impliciti teorici.

Crede che questa riflessione di Jung sia ancora attuale?

 

Jung analista per il 2000 e oltre”: Laura Briozzo intervista Antonio Vitolo

L’attualità del pensiero di Carl Gustav Jung. Sguardi, pensieri, riflessioni

 

Antonio Vitolo, analista didatta junghiano, è membro AIPA/AIAP (Associazione It. e Internazionale di psicologia Analitica), presidente dell’AIPA, 2006-2010, membro collaboratore di altre associazioni ed istituzioni italiane, ha insegnato per contratto nella II sc.di Specializzazione di Psicologia 1, Roma, 1991-2007 e , in cattedra, a Psicologia, Unina2, 1996-2002. Ha curato con Luigi Aurigemma Opere di C.G. Jung nella collana Biblioteca Boringhieri, 1977-1995, con introduzioni ai singoli testi. Ha tradotto Il concetto di inconscio collettivo e Sul rinascere di C.G. Jung, è autore di oltre 100 articoli teorico-clinici, alcuni in francese, inglese, tedesco, portoghese, giapponese, 1400 ore di seminari, 11 convegni nazionali e internazionali presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, Palazzo Serra di Cassano, Napoli, trasmissioni in Raidio3, oltre 350 conferenze nazionali e internazionali. Autore di Un esilio impossibile. Neumann tra Freud e Jung, Borla 1990 e Le psicoterapie, Il Saggiatore 1997 e 3 libri a cura, Radici della cura laica, Borla 1994, Nascita, morte, trasformazione, ha tradotto e curato anche l’edizione italiana de La Grande Madre di E. Neumann, Astrolabio, 1980 e Psiche e Materia di M.L. von Franz, Bollati Boringhieri, 1992. Vive e lavora a Roma e Napoli.