Divulgazione

H. Covard: “Jung e il pensiero orientale”.

Una lezione che ho tenuto presso la "Scuola quadriennale di insegnanti di Yoga Rahmni" mi ha stimoltato approfondire il rapporto tra la nostra cultura occidentale e lo yoga attraverso la lente epistemologica della psicologia analitica junghiana che a mio parere ... continua

Umberto Galimberti: “I miti del nostro tempo. Idee che ci possiedono”.

Un libro, questo di Umberto Galimberti, che andrebbe letto e riletto, soprattutto da parte di chi svolge professioni legate all'aiuto e alla formazione della persona: educatori, consulenti familiari, religiosi, psicologi e psichiatri. Ma anche dai padri e dalle madri che ... continua

Alice Miller: “Il dramma del bambino dotato e la ricerca del vero sé”.

Alice Miller, psicoanalista che piano piano si è distaccata dalle posizioni della psicoanalisi tradizionale impostando un proprio modo di concepire e praticare la psicoterapia,  scrive questo libro, che diventerà un classico, nel 1979. Per l’autrice “il dramma del bambino dotato” (quello ... continua

Carl Gustav Jung: “Sogni, ricordi e riflessioni”.

 Un libro da leggere e rileggere per chi voglia conoscere  la vita, il pensiero e l'opera di Carl Gustav Jung,  ricavato da documenti rari e dalle conversazioni con Aniela Jaffè. Arrivato a ottant'anni, Jung, si decide a narrare la sua ... continua

Rimbaud: io è un Altro

Nonostante il mondo stia crollando a pezzi, l'io occidentale non vuole convertirsi, non vuole mettersi in ascolto dell' Altro. Non vuole lasciare la scena, vuole continuare a fare il megafono di se stesso, il proprio monologo pazzo. Non vogliamo capire. ... continua

Ascoltando Raimond Panikkar: Amare è conoscere.

"Una delle metafore che spesso ricordo è quella della finestra. Noi tutti vediamo il mondo dal nostro particolare punto di vista. Vediamo il mondo attraverso una finestra. Più pulita è la finestra, meno vedo il vetro e la finestra. Più ... continua

Martin Büber: “Il cammino dell’uomo”.

Hermann Hesse, parlando di questo piccolo libretto, lo definisce “il libro più bello che io abbia mai letto”. Uno scritto che può diventare, per ciascuno di noi, l’occasione per fare il punto sul proprio “cammino”. L’opera si basa su una ... continua

Italo Calvino: “Le città invisibili”.

Le città invisibili si presenta come una serie di relazioni di viaggio che Marco Polo fa a Kublai Kan imperatore dei tartari: come brevi poesie sfilano davanti a noi le molte città visitate da Marco Polo e, lungo il viaggio, ... continua

Il mito dell’amore materno

"Tieni lontano il più possibile i figli, non lasciarli avvicinare alla madre. L'ho già vista mentre li guardava con occhio feroce, come se avesse in mente qualcosa", Euripide, Medea, vv. 89-92. “Tutti sappiamo che l'amore materno non è mai solo amore. ... continua

Marie Louise von Franz: “Il sogno è una mappa dell’inconscio”.

Quando Colombo scoprì l’America riportò alla Regina Isabella abbondanti ricchezze. I tesori di maggior valore, tuttavia, furono le mappe, che consentirono ad altri di esplorare la terra da poco scoperta. "Il sogno è una mappa dell’inconscio". Sentirsi vivi non è solo ... continua

Etty Hillesum: frammenti scelti

"Il grande cranio dell’umanità. Il suo potente cervello e il suo gran cuore. Tutti i pensieri, per quanto contradditori, nascono da quell’unico grande cervello: il cervello dell’umanità, di tutta l’umanità", Etty Hillesum, Diario, 21 ottobre 1941 "Quello che fa paura è ... continua

La spiritualità del ’900: Dietrich Bonhoeffer.

Pastore protestante che venne ucciso la mattina del 9 aprile 1945 all’età di 39 anni dietro ordine personale di Hitler. Aveva lasciato cattedra, libri per entrare attivamente nella resistenza antinazista, per essere fedele al mondo e alla sua giustizia, per ... continua

La spiritualità del ‘900: Simon Weil.

Nata a Parigi da genitori ebrei il tre febbraio 1899 e morì nel 1943 in Inghilterra, nel mezzo della seconda guerra mondiale. Troviamo in lei pagine di luminoso amore per il mondo e per la vita, accanto ad altre di segno ... continua

La spiritualità del ‘900: Teilhard de Chardin.

Gesuita francese nato nel 1881 e morto a New York il 10 Aprile 1955. L’ordine dei Gesuiti si contrassegna per un particolare voto di obbedienza al Papa, ma de Chardin si distinse in questo; teorizzò una teologia rivoluzionaria completamente differente ... continua

Spiritualità del ‘900: Etty Hillesum.

Nata in una cittadina olandese nel 1914 e morta nel campo di concentramento di Auschwitz nel 1943 a soli 29 anni. Laureata in Giurisprudenza, stava prendendo la seconda laurea in Lingue e Letterature russe, era un’ebrea non praticante. Il suo ... continua