Riflessioni intorno alla pandemia. Conversazione con Vito Mancuso a cura di Gianluca Minella

Siamo nella fase di allentamento delle restrizioni che tutti i governi del pianeta hanno messo in atto per contenere la pandemia.

Seguendo spirito che ha sempre animato il Centro Culturale Junghiano Temenos,  che è sempre stato fin dalla sua fondazione quello di comprendere “la situazione psichica del nostro tempo”, come ci esorta a fare Jung in un suo importante saggio sulla pratica della psicoterapia,  e divulgarne le riflessioni e le considerazioni non solo agli addetti ai lavori ma anche ad un pubblico più ampio, nelle scorse settimane abbiamo intervistato  Marco Gay, Michele Oldani, Angelo Croci e Giulia Valerio tutti psicoterapeuti e analisti junghiani che hanno dato il loro originale contributo in questa direzione portando alla nostra riflessione molti temi interessanti che ci hanno aiutato ad elaborare e a riflettere in modo critico su quello che sta accadendo.

Con lo stesso spirito concludiamo l’itinerario di riflessioni sulla pandemia incontrando oggi Vito Mancuso, una delle voci più vive e originali del pensiero teologico italiano contemporaneo. Lo ringraziamo per aver accolto il nostro invito.

Vito Mancuso è filosofo, teologo e scrittore. Docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011; dal 2013 al 2014 docente di “Storia delle dottrine Teologiche”  presso l’Università degli Studi di Padova. Dal 2009 al 2017 ha collaborato con il quotidiano “La Repubblica”. I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare “L’anima e il suo destino” (2007),”Io e Dio. Una guida dei perplessi” (2011), “Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare” (2013), “Dio e il suo destino” (2015), quattro bestseller da oltre centomila copie con traduzioni in altre lingue e una poderosa rassegna stampa, radiofonica e televisiva. Il suo pensiero è oggetto di discussioni e polemiche per le posizioni non sempre allineate con le gerarchie ecclesiastiche, sia in campo etico sia in campo strettamente dogmatico.

Il suo ultimo libro è “La forza di Essere Migliori” (2019). Quest’anno ha appena finito di scrivere “Il coraggio e la paura” che sarà in libreria edito da Garzanti.